• ETF Insights

    Tre regole per investire nella Cina di domani

    Martijn Rozemuller, CEO – Europa
     

    Una delle verità fondamentali dell'investimento è guardare sempre avanti, non indietro. Non fosse che per il fatto che, dopo tutto, investire significa scontare il futuro.

    È questa la ragione per cui molti investitori intelligenti stanno aumentando gli investimenti in Cina considerandoli lo zoccolo duro dei loro portafogli. La ragione è semplice. Oltre a essere una delle principali economie, la Cina è anche il paese che cresce più rapidamente al mondo, assieme ad alcune delle sue aziende più dinamiche.

    Obiettivamente, vi è un dato importante che mostra perché gli investitori trovano la Cina così interessante. Sebbene, al momento, l'economia cinese rappresenti il 16% del Pil globale, uno dei maggiori indici azionari globali le attribuisce un peso di appena il 5%.1Pertanto, secondo logica, le quotazioni delle azioni cinesi dovrebbero salire a mano a mano che questo divario viene colmato.

    Figura 1 – Proiezione della quota del Pil cinese sul Pil globale2

    Proiezione della quota del Pil cinese sul Pil globale

    Fonte: Indicatori di sviluppo mondiale della Banca mondiale per i dati del Pil 2020, proiezioni dello scenario di base a lungo termine dell'OCSE, n. 103 per le proiezioni del Pil al 2040.

    Tuttavia, la Cina sta cambiando rapidamente; di conseguenza non è possibile investire alla cieca. Il suo marchio del "capitalismo di stato" è alla base della storia di successo che ha segnato la nostra epoca e che ha offerto vantaggi a lungo termine agli investitori; ma ha anche portato un po' di volatilità.

    Tre regole per essere selettivi

    Per questa ragione occorre, a mio avviso, seguire un approccio diverso per investire nella Cina di domani. Dal canto nostro, ci atteniamo a tre regole generali.

    • Attenzione al consumatore
      La crescita cinese si basa interamente sull'ascesa delle classi medie del paese. Con una popolazione di 1,4 miliardi di persone, la classe media non deve crescere molto per generare un'enorme spesa per beni di consumo. C'è di più. I cinesi stanno invecchiando rapidamente. Per il momento, quindi, è naturale concentrare l'attenzione sui settori dei beni di consumo discrezionali, dei beni di consumo primari, della sanità e della tecnologia.
    • Privilegiare la qualità finanziaria
      Ciò detto, non tutte le società che operano in questi settori coglieranno le opportunità di crescita future. È quindi necessario individuare le aziende growth di primissima qualità che offrono valutazioni ragionevoli. A tal fine, è necessario analizzare quelle che hanno i punteggi migliori relativamente a quattro parametri specialistici di selezione azionaria: crescita, valore, redditività e flussi di cassa.
    • Non dimentichiamo la sostenibilità
      Infine, come in ogni altra parte del mondo, la sostenibilità è importante anche in Cina. La differenza è che mentre alcune aziende cinesi sono estremamente brave a focalizzare l'attenzione sulle risorse eco-sostenibili all'interno dei rispettivi settori – ad esempio le batterie delle automobili o i pannelli solari – altre continuano ad adottare prassi sociali o governance discutibili. È, quindi, necessario essere selettivi.

    Chi ha tempo non aspetti tempo

    Ciò vuol dire che per investire proficuamente in Cina occorre avere competenze specialistiche. Il potenziale del paese è enorme, ma occorre investire nelle società migliori che offrono le massime credenziali in materia di sostenibilità.

    Il nostro VanEck Vectors™ New China ESG UCITS ETF seleziona le sue posizioni dopo un'approfondita analisi finanziaria e di sostenibilità.

    Il suo approccio mi fa venire in mente un proverbio cinese che invita a non perdere le opportunità; corrisponde, più o meno, al nostro "chi ha tempo non aspetti tempo". Il recupero della Cina rispetto alle economie sviluppate potrebbe essere una di quelle opportunità; per coglierla, tuttavia, occorre un approccio diverso.

    1MSCI World.

    2In dollari USA costanti del 2010

    VanEck Asset Management B.V., la società di gestione di VanEck Vectors™ New China ESG UCITS ETF (l'"ETF"), un comparto di VanEck VectorsTM UCITS ETFs plc, è una società di gestione UCITS costituita ai sensi della legge olandese e registrata presso l'Authority for the Financial Markets (ETF) dei Paesi Bassi. L'ETF è registrato presso la Central Bank of Ireland e replica un indice azionario. Il valore degli asset di un ETF può subire forti oscillazioni per effetto della strategia d'investimento. Se il valore dell'indice sottostante cala, anche il valore dell'ETF diminuisce.

    Regno Unito: Facilities Agent -- Computershare Investor Services PLC
    Austria: Agente incaricato dei pagamenti e delle informazioni: Erste Bank der oesterreichischen Sparkassen AG
    Germania: Agente incaricato delle informazioni -- VanEck (Europe) GmbH
    Spagna: Distributore designato -- Allfunds Bank S.A.
    Svezia: Agente incaricato dei pagamenti -- Skandinaviska Enskilda Banken AB (publ)

    PER GLI INVESTITORI IN SVIZZERA – Una copia dell'ultimo prospetto informativo, del Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori, del bilancio annuale e di quello semestrale, se pubblicato successivamente, è disponibile sul nostro sito Web, all'indirizzo www.vaneck.com, o può essere richiesta gratuitamente rivolgendosi al rappresentante in Svizzera: First Independent Fund Services Ltd, Klausstrasse 33, CH-8008 Zurigo, Svizzera. Agente incaricato dei pagamenti in Svizzera: Helvetische Bank AG, Seefeldstrasse 215, CH-8008 Zurigo. Il luogo di adempimento e di giurisdizione è la sede legale del Rappresentante.


  • Informazioni importanti

    Esclusivamente per scopi informativi e pubblicitari.

    Queste informazioni sono redatte da VanEck (Europe) GmbH che è stata nominata distributore dei prodotti VanEck in Europa dalla Società di gestione VanEck Asset Management B.V., costituita ai sensi della legge olandese e registrata presso l'Authority for the Financial Markets (AFM) dei Paesi Bassi. VanEck (Europe) GmbH con sede legale in Kreuznacher Str. 30, 60486 Francoforte, Germania, è un fornitore di servizi finanziari regolamentato dall'Ente federale tedesco di vigilanza dei servizi finanziari (BaFin). Le informazioni contenute in questo commento hanno l'unico scopo di offrire agli investitori indicazioni generiche e preliminari e non costituiscono in alcun modo consulenza d'investimento, legale o fiscale. VanEck (Europe) GmbH e le sue affiliate (congiuntamente "VanEck") declinano ogni responsabilità relativamente decisioni d'investimento, disinvestimento o di mantenimento delle posizioni assunta dall'investitore sulla base di queste informazioni. Le opinioni e i pareri espressi sono quelli degli autori, ma non corrispondono necessariamente a quelli di VanEck. Le opinioni sono aggiornate alla data di pubblicazione e soggette a modifiche in base alle condizioni del mercato. Alcune dichiarazioni contenute nel presente documento possono costituire proiezioni, previsioni e altre indicazioni prospettiche che non riflettono i risultati effettivi. Le informazioni fornite da fonti terze sono ritenute affidabili e non sono state sottoposte a verifica indipendente per accertarne l'accuratezza o la completezza, pertanto non possono essere garantite. Tutti gli indici menzionati sono studiati per misurare i settori e le performance di mercato comuni. Non è possibile investire direttamente in un indice.

    Tutte le informazioni sulle performance sono storiche e non costituiscono garanzia di risultati futuri. L'investimento è soggetto a rischi, compreso quello di perdita del capitale. Prima di investire, è necessario leggere il Prospetto e il documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID).

    Nessuna parte di questo materiale può essere riprodotta in alcuna forma né citata in un’altra pubblicazione senza l’esplicita autorizzazione scritta di VanEck.

    © VanEck (Europe) GmbH